sabato, agosto 18
18 agosto 2017
Luca Rubin
I suoi Articoli

Condividi

In Vacanza con un Libro

Leggere: stare in compagnia di se stessi.

18 agosto 2017
lucarubin
I suoi Articoli

Condividi

Durante l’anno capita di sentire, dire o pensare cose come: «Magari potessi fare una bella vacanza, staccare la spina, essere irrintracciabile, far tacere telefono e social, e finalmente riposare!» Ebbene, ora – almeno per molti – è arrivato il momento favorevole per fare tutto questo, quelle due settimane, almeno, in cui mettere in atto un piano di riscatto.

Di se stessi, del proprio tempo, magari vagando (da cui vacanza), godendo dei propri affetti, visitando luoghi non ancora conosciuti, staccando da tutto ciò che è fatica, routine, corse frenetiche, impegni improrogabili, scadenze, rimbrotti del capo e tanto tanto stress.

In tutto questo che ruolo può avere un buon libro?

Ti è mai capitato di essere in vacanza, riposarti, visitare posti meravigliosi, goderti la spiaggia e il mare o una bella camminata in montagna e, nonostante tutto il bello che ti circonda, non riuscire a lasciarti alle spalle le preoccupazioni di tutti i giorni?

Un libro potrebbe essere una possibile soluzione!

Sì perché leggere ti obbliga ad essere presente, qui ed ora, davanti a un testo, sia esso cartaceo o ebook; ti rende ricettivo e attento, per comprendere ciò che stai leggendo, e in qualche modo viverlo, assimilarlo, farlo tuo. Se il libro è un buon libro, capisci da te stesso il valore aggiunto: non solo sei presente, attento e non disperso, ma ciò che leggi ti forma, ti rende migliore, e quando arrivi all’ultima pagina, quel libro ti dona un nuovo tassello per rendere la tua vita più bella.

Dove leggere? In riva al mare tra un bagno e un altro, oppure dopo una bella camminata in mezzo al verde, trovi un sasso di giusta dimensione ed altezza, e respirando aria pulita puoi immergerti nella lettura. In casa, magari non dopo un pranzo luculliano (che sappiamo come va a finire in questi casi…), cercando un angolo fresco dove la tranquillità e il silenzio guidino e favoriscano la lettura, in mille altri luoghi che la tua fantasia potrà suggerirti.

Leggere porta con sé un altro beneficio: quello di stare in compagnia di se stessi. Siamo sempre in una giostra di relazioni, di contatti, di notifiche che insidiano la nostra vita, sempre più social, ma ahimè sempre meno sociale. Tutto questo ci disperde, sminuzza noi stessi e il nostro sentire, ci aliena da ciò che siamo. La letture riporta unità e ordine, la buona lettura libera la nostra mente e il nostro spirito da tante tossine, apre le finestre e tutto profuma di pulito.

Per le prossime vacanze ti auguro di leggere.

Non mille libri: ne basterebbe uno, letto bene, dedicandogli il giusto, fosse anche una mezz’ora ogni tanto. Sarà una vacanza assicurata, per tutto te stesso: corpo, mente, anima e spirito. Buone vacanze e… prendi un libro con te!

Luca Rubin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia questo articolo ad un amico